PON METRO PALERMO

Firmato un accordo tra il Comune di Palermo e l’Unione dei comuni Madonie per la condivisione di servizi digitali.

COMUNICATO

ACCORDO TRA IL COMUNE DI PALERMO E L’UNIONE DEI COMUNI MADONIE PER LA CONDIVISIONE DI PIATTAFORME PER I SERVIZI DIGITALI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Giorno 5 ottobre 2018 a Palazzo delle Aquile il Comune di Palermo – insieme alla società in house Sistema Palermo Informatica SisPI S.p.A. – e l’Unione dei Comuni “Madonie” hanno sottoscritto un Accordo per rendere disponibili le piattaforme digitali che si stanno sviluppando nell’ambito del PON Metro anche ai comuni dell’hinterland madonita.

Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Presidente dell’Unione Pietro Macaluso, Sindaco di Petralia Soprana, il Presidente della Sispi S.p.A. Francesco Randazzo e il Coordinatore Tecnico della Strategia d’Area Madonie, Alessandro Ficile, hanno convenuto sulle potenzialità di sviluppo e innovazione connesse alla cooperazione sinergica avviata tra l’Area metropolitana e l’Area Interna della provincia di Palermo, che hanno deciso di condividere sette piattaforme tematiche ICT sviluppate nell’ambito dell’Agenda Digitale: “Ambiente e Territorio”, “Edilizia e Catasto”, “Lavori Pubblici”, “Tributi Locali”, “Cultura e Tempo Libero”, “Lavoro e Formazione”, “Assistenza e Sostegno Sociale”.

L’ambiente tecnologico in Cloud consente la piena condivisione delle piattaforme tra le diverse Pubbliche Amministrazioni che, mantenendo la rispettiva autonomia, cooperano nelle attività di aggiornamento e formazione del personale nel quadro dell’Agenda Digitale nazionale al fine di migliorare l’efficacia e l’efficienza dei servizi per le comunità territoriali, le imprese, le famiglie e i cittadini. L’uso delle piattaforme digitali condivise sostiene una forte innovazione nella gestione delle procedure amministrative e consentirà l’armonizzazione degli applicativi utilizzati dalle Pubbliche Amministrazioni Locali, con rilevanti economie di scala, dei 21 Comuni dell’Area Interna individuata dalla Regione quale Area prototipale per la sperimentazione della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) in riferimento alla programmazione 2014-2020 (Alimena, Aliminusa, Bompietro, Blufi, Caccamo, Caltavuturo, Castelbuono, Castellana Sicula, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Montemaggiore Belsito, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Scillato e Sclafani Bagni) e dei 7 Comuni della relativa Area Strategica (Campofelice di Roccella, Cefalù, Cerda, Lascari, Sciara, Termini Imerese e Valledolmo).

L’Accordo di Programma Quadro (APQ) per l’attuazione della Strategia d’Area “Madonie resilienti: Laboratorio di futuro” – sottoscritto nelle scorse settimane tra i rappresentanti del territorio, della Regione e dei Ministeri competenti – include anche specifici interventi per la digitalizzazione dei processi amministrativi e la diffusione di servizi digitali pienamente interoperabili nel quadro di una nuova “smart & green community”. In questa direzione, il sistema territoriale madonita ha fatto tesoro della lezione di esperienza maturata con il Centro di Servizi Territoriali “Innovazione e sviluppo” nell’ambito dell’APQ “Società dell’Informazione nella Regione Siciliana”.