Linee guida


INDICE:
Linee guida nazionali (Agenzia per la Coesione)
Linee guida delle Amministrazioni Centrali
Linee guida regionali


linee_guida2LINEE GUIDA NAZIONALI

Di seguito una selezione dei principali documenti elaborati dal Comitato Tecnico Aree Interne presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e scaricabili dall’apposita pagina dell’Agenzia per la Coesione Territoriale.


Una ricca trattazione che approfondisce il concetto di Aree Interne; i principi alla base della loro identificazione; la classe di azioni che hanno come scopo l’adeguamento dei servizi essenziali di Scuola, Sanità e Mobilità;  le azioni che attengono a progetti di sviluppo locale; i meccanismi di governance delle azioni finanziate e il ruolo delle istituzioni.


La Strategia di area deve essere redatta con il compito di indicare “una visione” che ispiri l’insieme dei Comuni alleati nell’obiettivo di modificare le tendenze in atto, i risultati che si intendono raggiungere in termini di qualità di vita dei cittadini, e le azioni con cui farlo. In questo documento vengono indicati i principi da seguire per ottemperare a questo compito.


Come diretta conseguenza dell’Accordo di Partenariato Italia trasmesso alla CE il 22 aprile 2014, i Comuni di ogni area-progetto devono realizzare forme appropriate di gestione associata di funzioni fondamentali e servizi (nelle forme previste dall’ordinamento: convenzione, unioni o fusioni). Il documento approfondisce il cosiddetto “pre-requisito istituzionale” che rappresenta un vero e proprio vincolo associativo.


Una strategia efficace richiede l’individuazione di obiettivi condivisi sotto forma di risultati concreti attesi dalle politiche messe in atto. Risultati attesi che descrivono le trasformazioni alle quali si ambisce e che, naturalmente, devono poter essere osservate e misurate attraverso opportune variabili segnaletiche. In questo documento, di natura più tecnica, viene fornito un orientamento per l’individuazione degli indicatori di risultato per monitorare i progressi della strategia d’Area.


snai_logo3


rep_itaLINEE GUIDA DELLE AMMINISTRAZIONI CENTRALI

Di seguito i documenti di indirizzo su Salute, Scuola, Agricoltura e Trasporti elaborati dai rispettivi Ministeri competenti, e scaricabili dall’apposita pagina dell’Agenzia per la Coesione Territoriale.


LINEE GUIDA SULLA SALUTE, a cura del Ministero della Salute.


LINEE GUIDA SULLA SCUOLA, a cura del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.


LINEE GUIDA SULL’AGRICOLTURA, a cura del Ministero delle Politiche Agricole, alimentari e forestali.


LINEE GUIDA SUI TRASPORTI, a cura del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.


LINEE GUIDA SUI BENI CULTURALI, a cura del Ministero dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo.


snai_logo3


reg_siciliana_stemmaLINEE GUIDA REGIONALI

Il nuovo ciclo di programmazione 2014/2020 assegna un ruolo centrale allo sviluppo locale e alle politiche territoriali nel cui rispetto il PO FESR 2014-2020 della Regione Siciliana ha incluso, tra le sue opzioni strategiche, la Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), una strategia specificatamente dedicata a quelle aree dell’Isola che si caratterizzano per un più elevato e differenziato grado di marginalità e svantaggio.

Di seguito una selezione dei documenti scaricabili dall’apposita pagina del PO FESR SICILIA. In particolare con la:

la Regione Siciliana ha approvato le sue Linee Guida per la costruzione delle Agende Territoriali delle Aree Interne e ha dato contestualmente mandato al Dipartimento Regionale della Programmazione della Presidenza della Regione, il coordinamento della valutazione dei due steps finali del documento di strategia (Preliminare e Strategia d’Area).

Tra gli allegati alla citata delibera di Giunta, si segnalano in particolare i seguenti elaborati.


Documento che individua per le 5 Aree Interne (AI), specificatamente indicate all’interno del Programma Operativo, sia i requisiti di ammissibilità sostanziale che i criteri per l’approvazione delle  “Strategie di Area”, con rifermento sia al Preliminare di Strategia che alla Strategia d’Area. Descrive inoltre l’articolazione del processo valutativo che chiamerà in causa sia l’ADG-Autorità di Gestione del PO FESR, che i singoli CDR-Centri di Responsabilità.